Superbonus 110% è legge: le novità e cosa cambia

scansione-laser-scanner-tablet
Laser scanner e nuvola di punti
14/07/2020
facciate-edifici
BIM: tutti gli acronimi
22/07/2020

Il Superbonus è legge

Il Superbonus è diventato legge con la con la conversione del Decreto Legge 34/2020 – il cosiddetto “Decreto Rilancio” – nella Legge 77/2020.. Dunque, presto si potrà accedere alle agevolazioni del 110% per lavori di maxi riqualificazione come l’installazione del cappotto termico, miglioramento sismico, sostituzione dei vecchi impianti di riscaldamento con caldaie a condensazione.

Rientra nel bonus anche l’installazione di impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica per le auto elettriche.

Non ci sono state le proroghe annunciate: al momento si può richiedere il Superbonus entro il 31 dicembre 2021 quindi è meglio muoversi in fretta. La scadenza è al 2022 solo per gli edifici di edilizia sociale.

Chi può accedere al Superbonus 110%

Possono accedere alle detrazioni del 110%:

  • Condomìni
  • Persone fisiche al di fuori dell’esercizio di attivita’ di impresa, arti e professioni, su unita’ immobiliari
  • IACP – Istituti Autonomi Case Popolari
  • Cooperative di abitazione
  • ONLUS (inizialmente non erano incluse)
  • ASD – Attività sportive Dilettantistiche

Si può fare richiesta del Superbonus per intervenire sulle parti condominiali comuni, su singole unità – sia prima sia seconda casa – fino a un massimo di due unità per persona.

Interventi agevolati dal Superbonus

Come specificato all’art. 119 del Decreto Legge il Superbonus al 110% agevola la realizzazione di questi interventi:

  1. Isolamento termico superfici opache verticali e orizzontali su più del 25% della superficie disperdente lorda a condizione di fare uso di materiali isolanti che rispettano i criteri minimi ambientali. Il tetto massimo di spesa è di:
  • 50.000 euro per edifici unifamiliari inseriti in edifici plurifamiliari che sono indipendenti e hanno più accessi autonomi dall’esterno
  • 40.000 euro per unità immobiliare nel caso di edifici che hanno da 2 a 8 unità immobiliari
  • 30.000 euro per unità immobiliare nel caso di edifici che hanno più di 8 unità immobiliari.

2. Interventi sulle parti comuni dei condomini per sostituire gli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per riscaldamento, raffrescamento, fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione, di classe A, a pompa di calore – compresi impianti ibridi o geotermici e abbinati a impianti fotovoltaici con sistemi di accumulo. Il tetto massimo di spesa è di 20.000 euro per unità immobiliare nel caso di edifici che hanno fino a 8 unità immobiliari; 15.000 euro per unità immobiliare nel caso di edifici che hanno più di 8 unità immobiliari. Rientrano nella detrazione anche le spese per smaltimento e bonifica dell’impianto sostituito.

3. Interventi su edifici unifamiliari o su unità immobiliari che si trovano in edifici plurifamiliari e che sono indipendenti e hanno più accessi autonomi dall’esterno per sostituire gli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per riscaldamento, raffrescamento, fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione, di classe A, a pompa di calore – compresi impianti ibridi o geotermici e abbinati a impianti fotovoltaici con sistemi di accumulo. Il tetto di spesa è di 30.000 euro e rientrano in detrazione anche spese per smaltimento e bonifica dell’impianto sostituito.

Massimali di spesa del Superbonus

Ci sono stati dei cambiamenti nei massimali che, però, non ostacolano la fattibilità degli interventi. Siamo in attesa, inoltre, del il decreto sui tetti di spesa e i massimali di costo degli interventi che servono ai professionisti per il rilascio delle asseverazioni.

La condizione per cui è possibile richiedere il bonus è che con l’APE si dimostri che l’intervento ha permesso un miglioramento di almeno 2 classi energetiche.

Rientrano nella detrazione anche le spese per l’APE e l’asseverazione elaborate dal tecnico per garantire l’efficacia dell’intervento e, quindi, il diritto all’accesso al Superbonus.

Superbonus 110% decreti attuativi in arrivo

Dovranno essere pubblicati e approvati entro 30 giorni dalla conversione in Legge del Decreto Rilancio:

  • il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate per chiarire come funziona lo sconto in fattura e la cessione del credito
  • il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico – Mise – che stabilisce come i tecnici devono inviare le asseverazioni all’Enea.

Riqualifichiamo il tuo condominio con il Superbonus

Noi di Gruppo EDEN ci occupiamo di efficientamento energetico degli edifici dal 2008 e possiamo accompagnarti nella riqualificazione del tuo condominio con il Superbonus 110%: dalla progettazione, alla richiesta dell’agevolazione alla realizzazione dell’intervento. Ci occupiamo noi di tutto.

Contattaci per capire insieme come intervenire sul tuo condominio per fargli acquisire più valore, renderlo più confortevole e anche più bello da vedere!

Iscriviti alla newsletter
Ricevi news e approfondimenti da Gruppo Eden.
Rispettiamo la tua privacy.
GruppoEden
GruppoEden
Promotori dell'efficienza energetica ci occupiamo dei certificati bianchi, consulenza LEED, certificazione energetica, modellazione enegetica, edilizia e catasto.
Preventivo