Illuminazione pubblica: analisi delle criticità

on Lunedì, 03 Luglio 2017. Posted in Efficienza Energetica

L'ANALISI DELLE CRITICITA’ DELL’ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Illuminazione pubblica: analisi delle criticità

Negli scorsi articoli ti abbiamo raccontato il nostro progetto di censimento dell’illuminazione pubblica del Comune di Albenga.

Dopo aver fatto i rilievi e i sopralluoghi ed elaborato i dati raccolti vogliamo parlare, in generale, delle criticità che è possibile riscontrare a seguito di un censimento dell'illuminazione pubblica.

“Analisi delle criticità a seguito di un censimento"

Vediamo cosa può emergere dalle fasi iniziali riguardanti censimento ed elaborazione dei dati.

Innanzitutto è possibile fare considerazioni riguardo alla distribuzione dei punti luce, la quale non sempre è omogenea. 

Tra le tipologie di punti luce potrebbero essere presenti lampade a vapori di mercurio, ovvero di sorgenti con bassa efficienza (rapporto lumen-Watt) ed inquinanti. Di seguito puoi vedere un esempio di come disegnare una mappa dei punti luce, distinguendoli con colorazioni diverse a seconda del tipo di lampada.

La Direttiva Europea 2002/95/CE, infatti, ha stabilito che  le lampade a vapori di mercurio non possono più essere fabbricate a partire dal primo luglio 2004 nè vendute dopo il primo luglio 2006, visto il loro potere inquinante.

Altra cosa a cui porre attenzione: gli orari di funzionamento dei punti luce. Questi sono strettamente connessi al contesto in cui sono inserite.
Nel caso ci fossero delle lampade posizionate in luoghi non frequentati nelle ore serali queste possono essere mantenute spente per cercare di risparmiare in termini di consumi elettrici.

Conclusioni

Le analisi fatte confermano che una buona gestione dell’illuminazione pubblica è fondamentale per il miglioramento del contesto abitativo urbano.

Inoltre, è noto che i Comuni, che migliorano il sistema di manutenzione e le tipologie delle componenti degli impianti di illuminazione pubblica, ottengono una notevole diminuzione dell’inquinamento luminoso.

Possiamo, dunque, concludere che il censimento dell’illuminazione pubblica è una prassi utile non solo per individuare la posizione della pubblica illuminazione ma anche per definire il consumo energetico.

Ovviamente fare il censimento è solo il primo passo verso un’illuminazione più efficiente e più green. A seguito delle analisi bisogna prendere atto delle problematiche e agire.

Agire attuando strategie utili alla riduzione dei costi di gestione e consumo di energia degli impianti.
Nello specifico, consigliamo di mettere in atto,per migliorare il consumo energetico dell'illuminazione,la sostituzione degli attuali corpi illuminanti con altrettanti LED, meno inquinanti e più efficienti.

 

Per gli aggiornamenti in tempo reale seguici su Facebook.


logo

Gruppo EDEN | Via della Barca, 24/3 - 40133 Bologna
Tel. 051-7166459  051-0984590 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.