Certificazione LEED

on Giovedì, 24 Luglio 2014. Posted in Efficienza Energetica, Modellazione energetica dinamica

Certificazione LEED

La certificazione LEED, acronimo di Leadership in Energy and Environmental Design, è un sistema di valutazione volto a definire e misurare criteri di sostenibilità degli edifici, dal punto di vista ambientale, sociale, economico e della salute. Il sistema di valutazione è stato inventato dall’Associazione no profit U.S. Green Building Council (USGBC) nel 1993; è un programma di certificazione volontaria riguardante tutti gli aspetti dell’edificio e del contesto in cui sorge, dalla fase di progettazione fino alla costruzione e gestione, ed è applicabile a molteplici tipologie di edifici, sia residenziali che commerciali. 

Il sistema di certificazione LEED è il più diffuso al mondo, e conta applicazioni in oltre 130 paesi; tra questi l’Italia, in cui la promozione e la diffusione della certificazione LEED è curata dal Green Building Council Italia (GBCI). Il GBCI è un’associazione no profit, entrata a far parte della rete internazione dei GBC attraverso un accordo di partenariato con USGBC, che tra le sue attività porta avanti anche quelle di adattare i parametri di valutazione alla realtà italiana e promuovere un sistema di certificazione LEED indipendente.

Diffondere la cultura dell’edilizia sostenibile attraverso la certificazione LEED è l’obiettivo principale dei GBC, per sviluppare ambienti che migliorino la qualità della vita a livello ecologico e sociale. Ad oggi LEED è un sistema volontario richiesto dai proprietari o dai costruttori per avere una valutazione oggettiva, riconosciuta a livello internazionale, sulle perfomance dell’edificio, ottenendo una garanzia per tutti gli operatori e gli utenti dell’edificio sia a livello economico che ambientale. Infatti, grazie alla certificazione LEED è possibile creare un livello comune di misurazione per gli edifici a basso impatto ambientale, fornendo un sistema integrato di progettazione per diminuire il consumo energetico e costruire edifici più sani e sicuri per tutti.

Per ottenere la certificazione LEED vengono analizzati diversi fattori che determinano il livello di sostenibilità dell’edificio, considerando prima di tutto la tipologia del fabbricato. Infatti, la certificazione LEED è declinata in vari protocolli, applicabili a diverse tipologie di edifici. Ne citiamo alcuni:

  • LEED 2009 nuove costruzioni e ristrutturazioni, rivolto ad edifici di uso commerciale, istituzionale e residenziale con oltre quattro piani;
  • LEED per le scuole, certificazione di qualità e sostenibilità per gli edifici scolastici;
  • GBC Home, strumento di progettazione e realizzazione di edifici ad uso residenziale (singole unità immobiliari, case a schiera e condomini);
  • LEED per gli edifici esistenti;
  • GBC Ecoquartieri, strumento per la progettazione e la realizzazione di aree urbane nuove o da riqualificare. 

Per il conseguimento della certificazione LEED, la sostenibilità globale dell’edificio viene valutata in base a diversi criteri, raggruppati in 7 categorie:

  • Sostenibilità del sito: calcolo dell’impatto che genera la costruzione dell’edificio sull’ambiente circostante;
  • Gestione delle acque: legata al consumo, alla gestione e allo smaltimento dell’acqua;
  • Energia e atmosfera: viene calcolato il consumo energetico e il contributo delle fonti energetiche rinnovabili;
  • Materiali e risorse: valutazione dei materiali e delle risorse utilizzate per la costruzione dell’edificio;
  • Qualità ambientale interna: legata alla salubrità, alla sicurezza e al comfort interno;
  • Progettazione e innovazione: caratteristiche di innovazione e di applicazione delle pratiche di sostenibilità effettuate per la costruzione dell’edificio;
  • Priorità regionale: punteggi aggiuntivi che variano in base alla località dell’edificio.

Ad ogni categoria viene attribuito un punteggio per poi effettuare una somma finale dei diversi punteggi assegnati ad ogni area, ottenendo il livello specifico di certificazione LEED: base dai 0 ai 49 punti, argento dai 50 ai 59 punti, oro dai 60 ai 79 punti e platino oltre gli 80 punti. 

Ottenere la certificazione LEED ha diversi vantaggi non solo a livello ambientale, ma anche a livello economico per le imprese e i professionisti, che potranno ottenere vantaggi competitivi con un riconoscimento a livello internazionale della qualità del proprio edificio. La certificazione LEED, infatti, fornisce al mercato un approccio condiviso, stabilendo delle linee standard di progettazione e costruzione degli edifici aventi caratteristiche sostenibili basi. Oltre all’aspetto economico, di grande interesse visto il rilievo che il LEED sta acquisendo a livello internazionale, il primo obiettivo dell’USGBC è quello di diffondere e promuovere la cultura dell’edilizia sostenibile per sviluppare e creare ambienti con una qualità di vita migliore sia a livello economico che ambientale.

Se prima di leggere questo post non conoscevate la certificazione LEED e vi abbiamo incuriosito, vi consigliamo di vedere questo video, recentemente realizzato dalla U.S. Green Building Council, che mostra in modo semplice le prime informazioni da sapere sul LEED.

 


logo

Gruppo EDEN | Via della Barca, 24/3 - 40133 Bologna
Tel. 051-7166459  051-0984590 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.